1 – Se ami il verde

Inutile dirlo, questa zona è verdissima e fresca.

2 – Se ami l’azzurro e l’acqua

L’acqua del fiume che attraversa la valle proviene da un ghiacciaio e per questo è molto fredda. L’effetto dei colori in estate è bellissimo. Il paesaggio è tipico anche in periodo invernale, innevato e bianco, ma alle viaggiatrici non abituate ai manti di neve consiglierei di scegliere in inverno mete meno estreme.

3 – Se ami il relax

Le rocce che accompagnano gli argini del fiume e le sue aree più basse sono lisce ed è facile potervisi sedere e sdraiare.
Una cosa molto rilassante ed estrema da fare? Fare il bagno nel fiume rilassandosi nelle conche naturali (resisti qualche minuto, poi il corpo si abitua o perde sensibilità) e poi asciugarsi sulle rocce roventi. Detto così sembra una tortura, ma è una delle sensazioni più gradevoli che abbia mai provato.

4 – Se ami l’avventura

Oltre all'esperimento di cui al punto 3, puoi camminare nei boschi che accompagnano il fiume e salire sino alla parte più antica e alta del centro abitato. Mai visto nulla di più tipicamente ‘svizzero’.
Molti locali e molti turisti si gettano dal ponte dei salti (io mi sono risparmiata questa dose di adrenalina, che poi mi fa male).
(nb. alcune aree sono interdette perché a pericolo piena e piccoli smottamenti. Se entri in queste aree verrà una guardia che sbuca dal nulla a redarguirti gentilmente).

5 – Se ami camminare

Consiglio il percorso Sonogno – Lavertezzo. Lungo circa 12 km, si tratta di un percorso semplice, intervallato da punti di ristoro (e fermate dei bus locali per chi decidesse di accorciare i tempi dell’escursione).

6 – Se ami la birra e il cibo genuino

Dopo passeggiata, bagno, sole ecc, accanto al ponte (attraversato il ponte, segui la stradina che si inoltra, leggermente in salita, tra gli alberi) vedrai un ‘grotto’, ovvero un piccolo locale a gestione familiare tipicamente svizzero, con prodotti freschi locali e birra fresca fatta con acqua di sorgente.

7 – Se sei italiana/italiano

Questo paradiso di freschezza, verde, acqua e azzurro dista appena due ore in auto da Milano. A mio avviso, una volta provata l’esperienza, sarà difficile non ripeterla.

8 – A costo zero

Questo luogo non costa nulla per entrare.

ATTENZIONE : canyon con presa d'acqua o bacino artificiale a monte. E’ pericoloso sostare nel letto del fiume!
Gli impianti idroelettrici possono provocare una piena repentina in qualsiasi momento; anche col bel tempo!